“Atmosfere e miraggi”, personale di Paolo Bonetto

Allo Spazio Ratti dal 6 al 21 dicembre 2014

 

dove: ex chiesa di S. Francesco – Spazio Ratti, largo Spallino 1 Como
quando: dal 6 al 21 dicembre 2014; inaugurazione sabato 6 dicembre ore 10.00
orari: da martedì a venerdì: 16.00-19.00; sabato e festivi: 10.00-19.00
ingresso: libero

Paolo Bonetto, pittore nato a Lissone, sarà protagonista della esauriente quanto significativa mostra personale nella ex foto bonetto 2chiesa San Francesco di Como, che si inaugura sabato 6 dicembre alle ore 10.00.
E’ questa la sua ottantesima mostra personale: le opere esposte sono quanto di più recente l’artista abbia realizzato in virtù anche della nuovissima monografia di cui vi sarà occasione di consultare nella prestigiosa sede della San Francesco.

L’esposizione sarà forte di 70 dipinti , alcuni di dimensioni importanti.
I quadri che formeranno e daranno vita alla esposizione artistica, fluttuano tra il soggetto onirico ancorché fiabesco per approdare al racconto più realistico ma con venature di carattere simbolico finanche a dei rimandi legati a determinati orientalismi.

Quanto Bonetto ci proporrà è il frutto dell’esperienza lunga 44 anni.

Allora un percorso votato alla conoscenza dell’estetica e della intuizione creativa, ma anche della seppur misurata sperimentazione. Infatti nella sua arte trovano collocazione anche materiali estranei alla pittura,intesa come insegnamento classico – accademico.

16 - 50 x 70Emergono dalle sue creazioni pittoriche, lamiere ruggini, oggetti i più disparati, frammenti di metallo a vario titolo, sacchi di iuta, piccoli ritagli di stoffa, francobolli e l’elenco potrebbe continuare.

Singolare il dipinto avente titolo :”In attesa delle comari”. Da vedere !!

L’artista Bonetto non dà tregua alla miniera della sua fantasia. Ricerca sempre spasmodicamente la vena più recondita per appropriarsene avidamente delle sue più preziose gemme.
Non v’è possibilità che la medesima sfugga alla sua indagine.
Estroverso, esuberante, pratico e con la pupilla incantata dell’adolescente, trasmette la sua capacità “tellurica”alle tele che incantano.
Troviamo le sue opere in numerose collezioni private in Italia ed all’estero. Inoltre sue realizzazioni sono presenti in collezioni civiche oltre che in edifici di culto religioso.