Dall’archivio comunale: antichi documenti su Alessandro Volta

Esposti materiali sulle manifestazioni del 1899, 1929 e 1949 per celebrare l’inventore della pila

 

E’ dedicata ad Alessandro Volta, l’inventore della pila, l’esposizione degli antichi documenti promossa mensilmente dall’Archivio comunale.

Decreto reale di Vittorio Emanuele III per la dichiarazione di valore nazionale del monumento funebre (27 febbraio 1925)

Decreto reale di Vittorio Emanuele III per la dichiarazione di valore nazionale del monumento funebredi A. Volta a Camnago (27 febbraio 1925)

Fino al prossimo 31 gennaio le bacheche di Palazzo Cernezzi e degli Urp decentrati di Camerlata, Albate, Monte Olimpino e via Grandi esporranno copie di documenti che ricordano le tre manifestazioni del 1899, del 1929 e del 1949 svolte per celebrare l’illustre concittadino Alessandro Volta, inventore della pila. Alcuni dei documenti riprodotti erano conservati nel fondo archivistico del cessato comune di Camnago Volta, sempre conservato all’Archivio storico comunale e dotato d’inventario analitico. Si segnalano, in proposito, il decreto reale con cui nel 1925 venne dichiarato monumento nazionale la tomba di Alessandro Volta e il manifesto tricolore esposto per la visita a Camnago del principe ereditario Umberto di Piemonte.
La pubblicazione delle copie degli antichi documenti conservati negli archivi comunali è promossa dall’ufficio Archivio e Protocollo in collaborazione con la Scripta srl e rientra nell’ambito del riordino e inventariazione informatizzata del fondo Rimoldi, dell’archivio del Giudice conciliatore e dell’archivio storico del Comune di Como.
Per poter consultare gli archivi, attualmente depositati in via Giussani, è possibile prendere appuntamento rivolgendosi all’ufficio Archivio del Comune di Como a Palazzo Cernezzi. Copia dei documenti è pubblicata anche sul sito del Comune di Como.

leggi la storia del mese qui

20 gennaio 2014