Elena Tortia è la vincitrice di Co.Co.Co.

Ecco i nomi dei finalisti

 

Vedi qui gli artisti e le opere

 

Elena Tortia (Torino, 1987) è la vincitrice della VI edizione di Co.Co.Co. Como Contemporary Contest, il concorso organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Como con lo scopo di favorire i giovani artisti, promuovere il loro lavoro sulla scena contemporanea e portare a Como una panoramica della migliore arte emergente italiana.

Elena Tortia, In fondo lo sapeva, videoinstallazione, dimensioni variabili, durata video 6'11"

Elena Tortia, In fondo lo sapeva, videoinstallazione, dimensioni variabili, durata video 6’11″

L’artista ha vinto con la videoinstallazione In fondo lo sapeva composta da una doppia proiezione dove due donne, l’una non udente e l’altra che utilizza il linguaggio dei segni, si misurano per la prima volta con la modalità espressiva dell’altra.
Elena Tortia è stata scelta per la grande qualità formale e concettuale del lavoro che si esprime con diversi materiali in dialogo con lo spazio e per la sensibilità e la profondità dei temi affrontati.
L’artista, oltre a ricevere un premio in denaro di 2.000 €, terrà una personale nello spazio espositivo di S. Pietro in Atrio a Como, dal 15 novembre al 7 dicembre (inaugurazione venerdì 14 novembre ore 18).

Prima di arrivare al verdetto finale, la giuria – composta da Giacinto di Pietrantonio, critico d’arte e direttore della GAMeC di Bergamo, Rachele Ferrario, storico e critico d’arte contemporanea, docente all’Accademia di Brera, Luigi Ratclif, segretario GAI, Associazione per il Circuito dei Giovani Artisti Italiani, Mimmo Totaro, artista e coorganizzatore di Miniartextil Como, Francesca Testoni, coordinatrice del concorso presso l’Assessorato alla Cultura ed esperta in arte contemporanea – ha vagliato 313 candidature, giungendo a una selezione di 20 artisti, con opere che spaziano dalla pittura alla fotografia, dall’installazione/scultura alla video arte e al libro d’artista:
Niccolò Angeli (nato a Siena nel 1980, vive e lavora a Casole D’Elsa), con l’installazione Water; Alessandra Bello (nata a Gemone del Friuli nel 1985, vive e lavora a Venezia) con la fotografia Sight’s blue sense; Fatima Bianchi (nata a Milano nel 1981, vive a Como) con la video installazione Oggi che è domenica, vi immagino tutti a casa e vi sono vicino; Martina Brugnara (nata a Alzano Lombardo nel 1993, vive e lavora a Nembro) con l’installazione Imposizione formale; Nicolò Bruno (nato a Milano nel 1989 dove vive e lavora) con l’opera pittorica Freilicht; Ivana Bukovac (nata in Serbia nel 1985, vive e lavora in provincia di Padova) con l’opera pittorica Behind the curtain; Mattia Campo Dall’Orto (nato a Trieste nel 1980, vive a Monfalcone) con il libro d’artista Once we were hope; Hugo Cardenas (nato a Bogotà in Colombia nel 1989, vive e lavora a Firenze) con il disegno Senza titolo; Michele D’Agostino (nato a Benevento nel 1988 dove vive e lavora) con la scultura Lontano anni luce?; Klodian Deda (nato in Albania nel 1984, vive e lavora a Milano) con l’installazione fotografica Free space; Irene Dionisio (nata a Torino nel 1986, dove vive e lavora) con il video Quel évenément imprévisible; Elisabetta Falanga (nata a Taormina nel 1986, vive e lavora a Monticelli Terme) con il video La Stanza di Elena; Francesco Fossati (nato a Carate Brianza nel 1985, vive e lavora a Macherio) con la fotografia Sometimes I think about Pyongyang; Roberta Garbagnati (nata a Garbagnate Milanese nel 1990, dove vive e lavora), con l’installazione Perimetrale; Giambrone Silvia (nata ad Agrigento nel 1981, vive e lavora a Roma) con la serie Collars; Fabrizio Monsellato (nato a Napoli nel 1988, dove vive e lavora) con la scultura Untitled#bedroom series; Emmanuele Panzarini (nato a Padova nel 1984, vive a lavora a Vigodarzene) con l’installazione Exit; Benedetta Pomini (nata a Milano nel 1987 dove vive e lavora) con la fotografia Kairos; Milton Blas Verano (nato a Buenos Aires nel 1984, vive e lavora a Cosenza) con la serie di dipinti Untitled serie.

Le opere dei 20 artisti scelti saranno presentate in una collettiva a Como nello spazio di
S. Pietro in Atrio, dal 18 ottobre al 9 novembre (inaugurazione venerdì 17 ottobre alle 18).

Si aggiudicano inoltre il premio speciale Scambio artistico Como – Nablus – Netanya:
Fatima Bianchi, che si recherà a Netanya (Israele) e Nicola Lorini, che si recherà a Nablus (Palestina).
Questa sezione del concorso è stata organizzata nell’ambito del gemellaggio tra Como e le due città, una palestinese e l’altra israeliana. Gli artisti avranno la possibilità di esporre il loro lavoro ed entrare in contatto con le istituzioni culturali dei due paesi.
Allo stesso modo, Como ospiterà un artista palestinese e uno israeliano: il primo Khaled Istaityi, esporrà un suo lavoro nella collettiva Co.Co.Co. di ottobre. L’artista israeliano, selezionato dalla città di Netanya, giungerà invece a Como nel 2015.

Como, 18 settembre 2014

Note biografiche del vincitore

ELENA TORTIA
Nata a Torino nel 1987 dove vive e lavora, diplomata all’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino.
Mostre recenti:
2014
collettiva TOSH. Torino-Shanghai. Dialoghi d’arte, a cura di IGAV – Istituto Garuzzo per le Arti Visive, Palazzo Saluzzo Paesana, Torino / Castiglia di Saluzzo, Saluzzo / Shanghai
IMAGO MUNDI, Progetto per opera e pubblicazione, Fondazione Benetton Studi Ricerche
doppia personale FuturoAnteriore, Progetto tra Bergamo e Bologna ARTDATE / The Blank, galleria Marelia, Bergamo, doppia personale
performance GaySha e personale, Galleria Moitre, Torino
collettiva Inbetween, Chto Delat? Resistere, Foligno (sede ViaIndustriae) – Parco per l’Arte di Cancelli
Future Identities – Bodies. Places. Space, Festival Internationale, sezione video-arte, Palazzo Cà Zanardi, Venezia
collettiva Sognando la città eterna, Elettroshock Arte Gallery, Torino
collettiva Nudge, progetto Underground, Galleria Marelia, Bergamo
performance e video-proiezione fera The Others, Galleria Moitre, Torino

2013
collettiva Trans Factory, Parco Dora, Torino
concorso Lo spazio di aggregazione giovanile. 16° concorso internazionale scultura da vivere 2012, (primo premio), realizzazione del lavoro site-specifc, fondazione Peano, Cuneo.
collettiva Le rovine esposte. Urban Exploration, festival architettura in città, Officine Grandi Riparazioni (OGR), Torino
performance Intolerantia#1, festival Internazionale di Performance Art – T.P.A, Torino
performance In-sediamento#3, festival performativo internazionale Boomart
collettiva It Happened Tomorrow / Accadde domani, Gruppo di lavoro Resò MEET UP, Spazio Barriera / Artissima, Torino

2012
personale Zoroastrismo, Torino
performance In-sediamento#1, festival di Architettura in città Smartlearning, Castello del Valentino, Torino
performance In-sediamento#2, via Carlo Alberto, Torino
collettiva Efforescenze, Chiesa di S.Giuseppe, Alba
collettiva Detenzioni. L’arte incontra il carcere, Palazzo Barolo, Torino
collettiva Collaudi, Motor Village Mirafori, Torino
concorso e mostra HR: Human Rights mostra concorso d’arte contemporanea (Terzo premio), Torino

Informazioni:
Assessorato alla Cultura, Comune di Como
Via Vittorio Emanuele 97 – 22100 COMO
Tel. +39 031 252. 352 – 057
cultura@comune.como.it