Mostra di Elena Tortia

La vincitrice di Co.Co.Co. espone dal 15 novembre al 7 dicembre

 

quando: dal 15 novembre al 7 dicembre 2014 / inaugurazione venerdì 14 novembre alle 18.00
dove: S. Pietro in Atrio, Via Odescalchi 3, Como
orari: mart – dom 14.00 – 18.00
ingresso libero

 

Dal 15 novembre al 7 dicembre 2014 S. Pietro in Atrio ospita la mostra di Elena Tortia, vincitrice della VI edizione di Co.Co.Co. Como Contemporary Contest.

Elena Tortia, Zoroastrismo, 2013

Elena Tortia, Zoroastrismo, 2013

Le opere di Elena Tortia, spaziano, come spiegato da Rachele Ferrario nel testo in catalogo, tra performance, linguaggio e memoria. La grande qualità formale e concettuale del suo lavoro, che si esprime con diversi materiali in dialogo di volta in volta con lo spazio espositivo, la sensibilità e la profondità dei temi affrontati, sono le caratteristiche che le hanno fatto conquistare il primo premio del concorso.

Per la sua personale a Como, l’artista ha pensato una grande installazione, creata appositamente per lo spazio espositivo cittadino.
Ispirata dalle suggestioni della città lacustre, del territorio lombardo dei “sette laghi” e dai ricordi della sua infanzia quando, la sua famiglia, trascorreva le vacanze al lago, Elena Tortia ha realizzato una descrizione in pianta dei laghi, utilizzando materiali naturali che via via andranno a deteriorarsi e modificarsi nel corso della mostra.
Completano l’installazione una serie di cartoline postali di famiglia, all’epoca delle vacanze al lago, che diventano parete di proiezione di un tempo realmente vissuto dai cittadini di Como, grazie alle webcam di google che monitorano o controllano lo scorrere giornaliero della vita.

Che cos’è una cartolina se non un pensiero che è diventato un’azione di carta? – spiega Elena Tortia – Ormai abbiamo perso l’abitudine a dare alla nostra immaginazione una forma fisica concreta, come quella della cartolina, che altro non è che una proiezione mentale di un soggetto verso un altro. Lasciare un documento scritto, banale che sia, al suo deterioramento materiale, ha, oggi, quel gusto vintage che risuona come una sconfitta, come un abbandono, perché le nuove “regole” ci impongono di essere volatili e sciolti come il nostro fluire quotidiano. I miei familiari, in epoca passata, andavano spesso al lago: per brevi soggiorni, per famigliarità o abitudine, per trascorrere del tempo in un luogo che non è altro che uno specchio di noi stessi.

Elena Tortia, In fondo lo sapeva, videoinstallazione, dimensioni variabili, durata video 6'11"

Elena Tortia, In fondo lo sapeva, videoinstallazione, dimensioni variabili, durata video 6’11″

In mostra anche una delle ultime opere realizzate: “IeriAncorAoggi” affronta il tema della memoria e della sovrapposizione di oggetti, immagini e parole. L’installazione comprende un serie di immagini di ambiente domestico: stanze semi vuote, dove si percepisce lo scorrere del tempo e una presenza umana con la sua assenza, vissute dall’artista in prima persona durante l’infanzia. Quella abitazione era, infatti, la casa estiva della famiglia materna, che ora non esiste più fisicamente, in quanto venduta e trasformata, mantenendo, però ,quel radicamento storico che rende così intimo questo progetto. In ciascuna è stato ricalcato, con il ricamo, un determinato oggetto o mobile, per sottolineare la sua presenza autentica e tangibile nello spazio espositivo.

A S. Pietro in Atrio, sarà inoltre possibile rivedere la video installazione con cui la Tortia si è aggiudicata il primo premio: “In fondo lo sapeva”, una riflessione sull’universalità di ogni linguaggio, sulla comunicazione, sulla disponibilità di relazione con l’altro.

Co.Co.Co. è il concorso ideato nel 2009 dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Como, con lo scopo di favorire i giovani artisti, promuovere il loro lavoro sulla scena contemporanea e portare a Como una panoramica della migliore arte emergente italiana.
Elena Tortia, è stata scelta tra 313 artisti under 35, da una giuria composta da Giacinto di Pietrantonio, Rachele Ferrario, Luigi Ratclif, Mimmo Totaro, Francesca Testoni.
L’artista si è aggiudicata un premio di 2.000 € e la possibilità di realizzare questa mostra in città.

Per l’occasione è stato pubblicato un catalogo, con ampie sezioni dedicate alla vincitrice e ai finalisti, con testi di Rachele Ferrario e interviste di Emma Gravagnuolo.

Como, novembre 2014

Note biografiche
ELENA TORTIA
Nata a Torino nel 1987, dove vive e lavora

Mostre personali
2014
FuturoAnteriore, doppia personale con Marco Manzoni, Galleria Marelia, Bergamo. A cura di Paolo Plebani e Paola Silvia Ubiali
Performance GaySha e personale, Galleria Moitre, Torino
2013
Zoroastrismo, Accademia di Belle Arti, Torino

Mostre collettive e premi recenti
2014
TOSH. Torino-Shanghai. Dialoghi d’arte, Palazzo Saluzzo Paesana, Torino; Castiglia di Saluzzo, Saluzzo (CN); East China Normal University di Shanghai, Cina
Imago Mundi, Fondazione Benetton Studi Ricerche, Treviso
Inbetween, Parco per l’Arte in Cancelli di Foligno (PG)
Future Identities – Bodies. Places. Space, sezione video-arte, Palazzo Cà Zanardi, Venezia. A cura di Luca Curci
Sognando la città eterna, Elettroshock Arte Gallery, Torino
Nudge, progetto Underground, Galleria Marelia, Bergamo
Fiera The Others, con Galleria Moitre, Torino
2013
Trans Factory, Parco Dora, Torino
Concorso Internazionale Scultura da Vivere, Lo spazio di aggregazione giovanile, Fondazione Peano, Cuneo – I premio
Le rovine esposte. Urban Exploration, Officine Grandi Riparazioni, Torino
T.P.A. Torino Performance Art, Torino
Boomart, Festival performativo internazionale, Viareggio (LU)
It Happened Tomorrow / Accadde domani, Spazio Barriera, Artissima, Torino. A cura di Resò MEET UP,

2012
Smartlearning, nell’ambito del Festival Architettura in Città, Castello del Valentino, Torino
Performance In-sediamento#2, Via Carlo Alberto, Torino
Efforescenze, Chiesa di S. Giuseppe, Alba (CN)
Detenzioni. L’arte incontra il carcere, Palazzo Barolo, Torino
Collaudi, Motor Village Mirafori, Torino
Concorso e mostra HR: Human Rights, Torino – III premio

 

Elena Tortia, Ripari, 2010

Elena Tortia, Ripari, 2010

Assessorato alla Cultura, Comune di Como
Via Vittorio Emanuele 97 – 22100 COMO
Tel. +39 031 252. 352 – 057
cultura@comune.como.it