Mostra di Sandra Tenconi. Paesaggio, memoria e scoperta

Allo Spazio Natta dal 14 febbraio all’1 marzo

 

dove: Spazio Natta, Via Natta 18, Como
quando: dal 14 febbraio all’1 marzo 2015 / inaugurazione sabato 14 febbraio alle 18
orari: da martedì a venerdì 16-19 / sabato e festivi 11-18
ingresso libero
Lo Spazio Natta ospita, dal 14 febbraio al 1 marzo 2015, la mostra “Sandra Tenconi. Paesaggio, memoria e scoperta. Tele e pastelli“, mostra organizzata con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura.

sandra Tenconi, Mattino (Cevedale). Acrilico su tela 60x80, 2015

Sandra Tenconi, Mattino (Cevedale). Acrilico su tela 60×80, 2015

Saranno esposte circa quaranta opere tra acrilici su tela e pastelli sul tema del paesaggio, caro da sempre all’artista, che soprattutto negli ultimi anni lo ha interpretato attraverso interi cicli: le rive del Ticino, l’Oltrepò, la Provenza, il Monte San Martino, le cascate del Tirolo e del Potomac, le Alpi Apuane, le montagne della Valtellina e le Dolomiti. Dagli schizzi a matita en plein air in passaggi successivi si vedranno i pastelli e successivamente gli acrilici.

Spesso collocata dalla critica nel filone del naturalismo lombardo, nella sua pittura al limite dell’informale si vedono riferimenti più lontani: Graham Sutherland, e poi Turner e Goya.

Sandra Tenconi (Varese 1937) si è formata all’Accademia di Brera sotto la guida di Aldo Carpi e Domenico Cantatore. Vive a Pavia dal 1977. Dal 1960 ha tenuto una settantina di mostre personali in Italia e all’estero. Tra le principali,  quelle a Milano (Galleria San Carlo, Galleria Bergamini, Università Bocconi, “Improvvisamente come visioni” 2012 al Museo Diocesano), a Roma, a Pavia (“Una storia naturale” 1987, “Paesaggi umani” 2007 al Broletto, “Opere su carta 1953-2013″ 2013 al Castello Visconteo), a Varese (1984 ai Musei Civici di Villa Mirabello, “Pittura della memoria” 2002 al Castello di Masnago), a Busto Arsizio (Galleria Italiana Arte, 1996), a Istanbul, Ankara, Smirne e Bursa (“I segni della natura”, 1999-2000). Ha tenuto personali negli Istituti italiani di cultura di Bruxelles, Ljubljana, Wolfsburg, Amburgo, Grenoble, e partecipato a mostre internazionali promosse dalla Fondazione Sartirana Arte. Tra i critici più interessati al suo lavoro, con monografie e presentazioni delle mostre, si possono ricordare Riccardo Barletta, Eros Bellinelli, Rolando Bellini, Paolo Biscottini, Luisa Bonesio, Liana Bortolon, Silvana Borutti, Rossana Bossaglia, Piero Chiara, Silvano Colombo, Stefano Crespi, Gabriele Dadati, Marina De Marchi, Luisa Erba, Maria Antonietta Grignani, Dante Isella, Mino Milani, Marina Mojana, Francesca Porreca, Marzio Porro, Angelo Stella, Roberto Tassi, Ernesto Treccani, Susanna Zatti.

Per altre notizie su Sandra Tenconi www.sandratenconi.net