Rassegna di teatro dialettale lombardo “Tra ‘l Ciaar e ‘l Scüür”

dal 27 ottobre 2013 al 30 marzo 2014

 

Quando: dal 27 ottobre 2013 al 30 marzo 2014
Dove: Teatro San Guanella (via Tommaso Grossi, 18, con ampio e gratuito parcheggio)
Ingresso: 10 €, ridotto 8 € – pacchetto pranzo+teatro 22 € (20 € per la terza età)

 

23/10/2013 –  Domenica 27 ottobre, alle ore 15, prenderà la via la rassegna di teatro dialettale lombardo “Tra ‘l Ciaar e ‘l Scüür”.
Layout 1Promossa dalla compagnia teatrale “Città di Como”, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Como, propone dieci spettacoli in vernacolo, selezionati tra qualificate e collaudate compagnie lombarde.

Programma:
27 ottobre La compagnia teatrale “Città di Como” presenta “La Lucandera”, commedia dialettale di Alfredo Caprani liberamente adattata da Carlo Goldoni. Una tra le più felici e conosciute commedie riscritta e ambientata in terra lariana nel Settecento. L’esilarante rappresentazione si incentra sulle vicende dell’astuta e attraente giovane donna che gestisce una locanda ereditata dal padre e costantemente corteggiata da caratteristici e nobili clienti perdutamente innamorati.

10 novembre La compagnia teatrale “I quattro venti” (Arcisate -VA) presenta “Suceed a Porta Volta” di R.Zago. Una commedia dialettale dal gusto antico, ambientata in una casa della piccola borghesia in una zona popolare. L’unica figlia dei padroni di casa deve sposare un giovane di buona famiglia: è chiaro che tutto viene organizzato per far colpo e convincere il fidanzato della scelta, esagerando ad arte lo stato finanziario e i possedimenti del capofamiglia, semplice ortolano ai mercati rionali. Una vicenda a lieto fine, colma di colpi di scena e di situazioni esilaranti.

1 dicembre  La compagnia teatrale “La Compagnia” (Vimercate – MB) presenta “Di pirlite si muore”. In una ridente cittadina brianzola, un rampollo di nobiltà decaduta, poca voglia di lavorare e pieno di debiti, riceve la notizia d’aver ereditato una notevole somma di denaro. Assieme alla moglie, anch’essa piena di idee fallimentari, applica maldestri tentativi per evitare che i creditori si impossessino dell’eredità. Il nobile senza soldi si trasforma in diversi personaggi per attuare il suo piano ma, l’arrivo di un cugino finto e uno vero, complicano la vicenda fino ad un finale inatteso.

15 dicembre La compagnia teatrale “Santa Giuliana” (Caponago – MB) presenta “Se ghe fudessi minga mi” di E. Giannotti. Teresa Carugati, vedova, ha preso dal padre, il compianto ragioniere Napoleone, il carattere determinato, la pronta capacità decisionale e la furbizia. Al rientro dalle ferie estive, si trova a dover risolvere tre problemi familiari: salvare dal fallimento la ditta del genero Francesco, soddisfare le ambizioni della figlia minore Cesarina, che vorrebbe debuttare come cantante lirica e risanarle la ferita di una delusione d’amore. Tra  peripezie ed innocenti inganni Teresa riuscirà a condurre a lieto fine la vicenda. Del resto, quando si è figlia di uno che si chiama Napoleone, non può mancare la vittoria nelle battaglie che si affrontano.

12 gennaio La compagnia teatrale “Filarmonica di Rebbio (Co)” presenta “I danee del pret van in ciel”. In una vecchia casa di ringhiera, alla fine degli anni Sessanta, vive una famiglia. L’inattesa visita di un cugino divenuto vescovo, sconvolgerà la loro tranquillità. Sembrano finiti i problemi quotidiani ma, quello che si spera, potrà divenire realtà?

26 gennaio La compagnia teatrale “I Disurdina” (Senago – MI) presenta “Ball, Massag e Fiuur de Bach” di S. Conori. La vita tranquilla di due fratelli Teresa e Giovanni, ormai non più giovani, viene sconvolta dal ritorno di Gualtiero, vecchia fiamma di Teresa e dall’arrivo di Manuela, avvenente rappresentante e massaggiatrice che conquista il cuore del “freddo” Giovanni. Tra massaggi conquistatori e “fiori di Bach” rilassanti, i colpi di scena si susseguono. Il finale è tutto da scoprire.

16 febbraio La compagnia teatrale “Impara l’arte” (Monza) presenta “La Sciura Presidenta” di B. Montrasio. La messinscena colpisce al centro delle passioni, delle miserie e dei vizi umani. Si narra delle vicende di Nanette, spregiudicata ballerina che, dopo essere stata scacciata dall’albergo in cui alloggiava a seguito di una disposizione contro l’immoralità emanata dal presidente di un piccolo tribunale di provincia, reclama ospitalità nell’austera casa del giudice stesso, proprio nella sera in cui il Ministro della Giustizia vi si reca inaspettatamente in visita. La soubrette viene scambiata per la legittima consorte del presidente… da qui parte un’irresistibile girandola di equivoci che porteranno il giudice a ottenere il tanto agognato trasferimento nella grande città.

2 marzo La compagnia teatrale “I Catanaj” (Castelletto-Senago MB) presenta “Quel campètt del Signur” di C. Colombo. Tutto ruota attorno a un piccolo campo agricolo lasciato in eredità dal padre Rocco a un convento di frati. Chissà perché quel “campètt” dà un raccolto favoloso mentre, quello attiguo, niente. Un giorno, i frati trovano un tesoro… Rocco dichiara guerra al convento.

16 marzo La compagnia teatrale “I Ruzanivuj” (Cucciago – Co) presenta “Quand ul marì giace…”. Già non sempre è facile il rapporto tra due sorelle, se poi le sorelle sono ben …tre!!! La più giovane sta godendo del fiorire di un nuovo amore ma le altre due sorelle, curiose e intraprendenti, faranno di tutto per ostacolare questo idillio, coinvolgendo anche il “buon” fratello, suo malgrado, controllato a vista anche dalla moglie… Staremo a vedere…

30 marzo La compagnia teatrale “I Maltrainsema” (Pigra – Co) presenta “I amiis inn sempar preseent… quand gh’ann bisogn” di Eliseo Ceschina. Il capostipite della famiglia è andato in pensione e, per essere ancora al centro dell’attenzione altrui, si autoconvince d’essere ammalato nella certezza che ogni emozione gli sarebbe fatale. Le vicissitudini si susseguono con il coinvolgimento degli “amici” che approfittano della rocambolesca situazione.

 

Contatti:
Compagnia teatrale “Città di Como”
via Vittorio Emanuele II, 108 – COMO        tel/fax 031278500 – cell. 3355226212
mail: teatrocomo@tin.it    -   Sito Internet www.teatrocomo.com