Una giornata di teatro civile

Lunedì 27 aprile presso la Biblioteca Comunale

 

Quando: Lunedì 27 aprile
Dove: Biblioteca Comunale
Ingresso libero

 

TeatroGruppo Popolare, con il patrocinio e il contributo della Regione Lombardia e del Comune di Como, propone un’intera giornata di “teatro civile” nel corso  del prossimo 27 aprile, a ingresso gratuito,  ed è indirizzata in modo particolare alle Scuole, volendo  promuovere la sensibilizzazione dei giovani ai temi spesso trattati da  questo stilema teatrale, ma anche agli adulti. Il teatro civile si occupa con i suoi spettacoli di portare o riportare alla coscienza della popolazione quegli accadimenti che ne hanno in modo drammatico accompagnato il divenire storico.

zzz.indd

Ore 10 – Il sole con l’ombrello (fascia d’età: scuola elementare)
Dal 1975 Como è gemellata con la città giapponese di Tokamachi. Particolare rilevanza negli anni passati è stata data alla sofferenza della popolazione giapponese dopo l’atomica fatta esplodere a Hiroshima settanta anni fa. Lo spettacolo ricorda ai più piccoli, quindi con la lievità dovuta, quell’avvenimento, nello spirito del gemellaggio fortemente voluto dall’amministrazione;

Ore 11 -  Il bambino che cammina nel deserto (fascia d’età: scuola elementare)
All’impegno di don Angelo Cupini, nelle terre lecchesi è dedicato il racconto delicato di un bambino siriano che scappa dalla guerra, il canto popolare che lo racconta. Spettacolo di narrazione nato a seguito del progetto ‘Il baratto’, ovvero dalla raccolta di racconti e canzoni dei bambini delle scuole primarie con provenienza da paesi così detti stranieri.

Ore 15: Nel mio paese (dedicato a Angelo Cupini)
C’è un luogo nell’Occidente civile da cui un camionista parte, e arriva. Così fanno i camionisti: vanno e vengono. Sono ponti. E quando va sente sulla centinatura del camion che vi si appendono le scimmie, e si infilano anche dentro, e anche sotto. Sono scimmie, sono ombre. Sono uomini. E quando torna, nell’Occidente civile, per errore viene preso per una di quelle ombre, scimmie, uomini … e viene mandato a raccogliere pomodori. Tutto il giorno, giorni e giorni, ore e ore, senza un soldo, insieme a tanti altri uomini ombra. Schiavi. Oggi, Duemilaquattordici, nell’Occidente civile. Nel mio paese.

Ore 17 – Eternit
Dalla sentenza shock sulla vicenda eternit un lavoro raccontato da un gruppo di over 60

Ore 18.30 – Amore Non Ne Avremo
Il Brigadiere Luigi Carluccio, a 28 anni,  fu assassinato a Como il 15 Luglio 1981 da una bomba innescata dalle Brigate Rosse.  Con questo spettacolo sull’assassinio di due figure chiave nella storia italiana dei cosiddetti “anni di piombo”, Aldo Moro e Peppino Impastato, si vuole onorare anche la sua memoria;

Ore 21 – La Farfala Sucullo: Giorgio Perlasca, nato a Como nel 1910, salvò la vita di oltre cinquemila ebrei ungheresi strappandoli alla deportazione nazista e all’Olocausto. Lo si ricorda con uno spettacolo che narra la reclusione nei campi di concentramento e lo sterminio oltre che di milioni di ebrei anche di dissidenti politici, portatori di handicap fisici o mentali, minoranze etniche.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al numero 339 19 65074