Archivio Lucini in mostra

Nuovi documenti dal fondo di Gian Pietro Lucini esposti in biblioteca

 

dove: Biblioteca comunale di Como, piazzetta Venosto Lucati 1
quando: 16 ottobre – 11 novembre 2014
orari: lunedì – venerdì dalle 9.30 alle 19; sabato dalle 14 alle 19
ingresso: libero

BeFunky_lucini3.jpgRicorre nel 2014 il centenario della scomparsa di Gian Pietro Lucini poeta simbolista, intellettuale scapigliato, futurista ma antimilitarista,  critico e pubblicista, il cui archivio è custodito presso la Biblioteca comunale di Como dal 1973 quando l’allora direttore Alessandro Bortone acquistò dall’editore e tipografo torinese Terenzio Grandi quella parte del lascito dell’autore (circa 80 cartelle di documenti) che si era fortunosamente salvata dai bombardamenti su Torino nel corso della seconda guerra mondiale.

Gian Pietro Lucini nacque a Milano nel 1867, ma visse  lunghi tratti della sua breve esistenza a Breglia, sopra Menaggio.

Per far conoscere la figura poliedrica di Lucini, il Comune di Como, con il patrocinio di Regione Lombardia, ha programmato un ciclo di eventi rivolti ad un pubblico costituito da docenti e studenti degli istituti secondari di secondo grado, bibliotecari e archivisti.

A partire dal 16 ottobre la Biblioteca presenta un nuovo lotto di documenti tratti dall’archivio del poeta, già parzialmente esposto nella prima parte della rassegna intitolata Il sentimento della verità, le ragioni della poesia che si conclude martedì 14 ottobre.
Questa seconda parte della mostra si intitola “Gian Pietro Lucini: corrispondenze inedite. Lettere di Marinetti, Dossi, Palazzeschi, Linati, Prezzolini …” e documenta i rapporti che l’intellettuale comasco seppe intrecciare con alcuni degli scrittori e degli uomini di cultura più rappresentativi del primo novecento.

Alle 18 del 16 ottobre, in occasione dell’inaugurazione, lo studioso ed esperto luciniano Pier Luigi Ferro presenterà il suo recentissimo saggio edito da Mimesis “La penna d’oca e lo stocco d’acciaio. Gian Pietro Lucini, Arcangelo Ghisleri e i periodici repubblicani nella crisi di fine secolo”,  testo che esplora il tema della passione politica e civile dello scrittore lariano, illustrata attraverso i contatti che ebbe con Arcangelo Ghisleri – giornalista e politico, fondatore del Partito Repubblicano Italiano – e le collaborazioni con la stampa  repubblicana dell’epoca

La biblioteca propone al giovedì mattina su appuntamento, per i mesi di ottobre e novembrelaboratori didattici per studenti delle scuole secondarie di primo grado, dal titolo “Lucini e Marinetti: pensieri di pace, pensieri di guerra”.
Le scuole interessate possono prenotarsi telefonando allo 031252850

info:
Biblioteca comunale
tel. 031 252850
biblioteca@comune.como.it