Il “Libro di lettere” di Girolamo Borsieri

L’autore Paolo Vanoli presenta il suo volume sull’erudito poligrafo comasco

 

dove: Biblioteca comunale di Como, piazzetta Venosto Lucati 1
quando: mercoledì 3 giugno 2015
orari: 18
ingresso: libero

Girolamo Borsieri (Como 1588-1629) è stato un letterato e un erudito dai molteplici interessi, apprezzato dai suoi contemporanei per le sue conoscenze letterarie, artistiche e storiche, nonché per lo stile laconico e arguto della sua scrittura.
Fra i suoi estimatori spiccano i nomi di Federico Borromeo e Giovan Battista Marino.

locandina A3 Girolamo Borsieri2A questa interessante figura  il ricercatore comasco Paolo Vanoli ha dedicato una recente monografia, uscita quest’anno per l’editore milanese Ledizioni, dal titolo Il “libro di lettere” di Girolamo Borsieri: arte antica e moderna nella Lombardia di primo Seicento.
Il volume indaga la figura di Girolamo Borsieri nel contesto comasco e milanese del Seicento, concentrando l’attenzione sui suoi rapporti con il mondo delle arti, in qualità di collezionista conoscitore e consulente di importanti amatori d’arte, come il già citato cardinale Federico Borromeo e presenta la trascrizione e il commento di manoscritti conservati presso la Biblioteca Comunale di Como.
In questa chiave interpretativa riveste particolare importanza il capitolo dedicato all’epistolario manoscritto, identificato dallo studioso comasco non come una semplice raccolta di lettere ma come una vera e propria opera consapevolmente costruita dal Borsieri per aderire al genere letterario del “libro di lettere” di grande fortuna tra Cinque e Seicento.

Nel corso della presentazione, Paolo Vanoli dialogherà con l’editore comasco Fabio Cani e con il professor Stefano della Torre

 

info:
Biblioteca comunale
tel. 031 252850
biblioteca@comune.como.it

locandina.jpg