Brera alla Pinacoteca di Como

Pinacoteca civica, dal 25 aprile al 30 agosto 2015

 

dove: Pinacoteca civica, via Diaz 84
quando: dal 25 aprile al 30 agosto 2015
orari: da martedì a  domenica: 9.30-18.00
ingresso: compreso nel biglietto di ingresso alla Pinacoteca

BRERA alla PINACOTECA DI COMO
DUE RITRATTI DEL MAGNASCO A CONFRONTO

Pinacoteca Civica Como, dal 25 aprile al 30 agosto 2015

 

In occasione di EXPO 2015, la Pinacoteca Civica di Como e la Pinacoteca di Brera si scambiano un’opera delle lorBrera Magnasco Ritratto di B  Miconeo collezioni.

In cambio della concessione della tela settecentesca di Giovanni Paolo Panini raffigurante “La consacrazione dell’arcivescovo Giuseppe Pozzobonelli nella chiesa dei SS. Ambrogio e Carlo a Roma”, destinata alla mostra “Italia, fascino e mito” in Villa Reale a Monza, la Pinacoteca Civica di Como riceve da Brera il Ritratto di Bartolomeo Micone di Alessandro Magnasco.

P063_A  Magnasco_Ritratto di gentildonnaL’opera può così essere esposta accanto al Ritratto di Dama dello stesso pittore, appartenente alle collezioni civiche comasche. Si presenta un’occasione imperdibile di vedere a confronto due esemplari rari della ritrattistica del pittore ligure (lombardo di adozione), ambito in cui eccelse per l’intenso realismo e la mancanza di retorica.

 

L’esposizione è stata introdotta da Fausta Franchini Guelfi (Università di Genova), massima esperta di Alessandro Magnasco, che ha illustrato il tema: “I ritratti di Alessandro Magnasco fra raffigurazione del vero e rifiuto della celebrazione”.

Il Magnasco rifiuta decisamente la tradizione del ritratto apologetico, iniziata a Genova dagli splendidi interventi di Rubens e di Van Dyck. Il pittore genovese, che visse a Milano per molti anni della sua lunga attività, guarda piuttosto alla ritrattistica lombarda, caratterizzata da “realismo e moralità”. Nei ritratti evidenzia la verità dei volti e delle espressioni e non concede nulla a quella nobilitazione del personaggio raffigurato, che nella ritrattistica celebrativa si esprimeva nella piacevolezza dei lineamenti e degli sguardi e nella meticolosa descrizione delle vesti come lussuoso status symbol.

“Questi scambi rappresentano un’opportunità – commenta l’assessore alla Cultura Luigi Cavadini – Expo sarà una grande vetrina e la presentazione di opere dei Musei Civici di Como su una piazza come quella milanese potrà attirare nel nostro territorio ulteriori turisti”

 

Info:
tel. 031 252550
musei.civici@comune.como.it