#Domenicalmuseo: Musei civici gratis il 1 marzo

In programma attività per adulti e bambini

 

Domenica 1 marzo, prima domenica del mese, l’ingresso ai Musei Civici di Como sarà gratuito.
I Musei aderiscono infatti all’iniziativa del Mibact #Domenicalmuseo.

Questi gli orari di apertura delle strutture:
Museo Archeologico e Storico: 10.00-13.00
Pinacoteca Civica: 10.00-13.00
Tempio Voltiano: 10.00-12.00 e 14.00-16.00

In occasione di questa apertura, al Museo Archeologico sono state organizzate delle attività per adulti e bambini.

Dalle 11 alle 12 sarà possibile seguire un percorso guidato, alla scoperta della figura mitologica della Medusa, una delle tre Gorgoni, che aveva il potere di pietrificare chiunque avesse incrociato il suo sguardo. Delle tre GorPerseo e Andromedagoni era l’unica a non essere immortale e nella maggior parte delle raffigurazioni viene decapitata da Perseo.
Camminando nelle sale di palazzo Giovio, viaggiando nel tempo, sarà possibile ammirare la raffigurazione di Medusa suopere che spaziano dal V sec.a.C. al XVIII sec., tra queste la moneta d’argento della zecca di Populonia, trovata negli scavi di Prestino, la base in marmo da via 5 Giornate e la statua di Minerva, attribuita a Stefano Salterio.

Sempre dalle 11 alle 12 i bambini dai 4 ai 7 anni potranno partecipare al laboratorio creativo Resta di sasso! Ti presento la Medusa

La partecipazione è libera ma la prenotazione è obbligatoria, telefonando al nr. 031 252550.

 

Al Museo Storico è visitabile la mostra “Como e la Grande Guerra”, organizzata in occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale; la mostra dal 28 febbraio si è arricchita della seconda sezione: Il contributo delle donne – Patologie nella Grande Guerra: la memoria della guerra ha un tono diverso nelle testimonianze femminili: le donne sono ritratte in mansioni riservate agli uomini e, per l’epoca, di impensabile autonomia; il ruolo ed i riconoscimenti sociali rivelano significativi cambiamenti. La guerra provoca una notevole mobilitazione in campo sanitario; si studiano le patologie relative alla situazione bellica e si affermano nuove tecniche di intervento medico-infermieristico.

In Pinacoteca è l’ultimo giorno per poter visitare “Minoli. Un itinerario tra arte e scienza”, una mostra dedicata a Paolo Minoli, una delle figure più significative dell’arte comasca della seconda metà del ‘900.