Giornata internazionale dei Musei

Domenica 18 maggio 2014

 

Come ogni anno, ICOM Italia celebra la Giornata internazionale dei musei, dedicata quest’anno al tema Make connections with collections – Creare connessioni con le collezioni 

Il tema ricorda che i musei sono istituzioni vive, che aiutano a creare legami con visitatori, tra generazioni e culture del mondo. Le collezioni museali sono capaci non solo di raccontare una storia, ma di creare relazioni con le comunità attraverso la memoria condivisa. Il passato conservato e comunicato nei musei si fonda sul presente, rafforzando il legame tra generazioni.
Sottolineando l’importanza della Giornata Internazionale, Hans-Martin Hinz, Presidente ICOM, ha dichiarato: “I musei sono una risorsa strategica per lo scambio culturale, l’arricchimento delle culture, lo sviluppo della comprensione reciproca, la cooperazione e la pace tra i popoli”.
In un mondo che si allontana sempre più dai metodi tradizionali di coinvolgimento, anche i musei devono individuare nuove modalità per coinvolgere le comunità, rendendo le collezioni più accessibili e sempre più appartenenti ai propri “stakeholders”.

postercard italiano.cdr

 

 

 

 

I Musei Civici di Como aderiscono all’iniziativa offrendo per l’intera giornata l’ingresso gratuito a tutti i visitatori.

Museo Archeologico, Museo Storico, Pinacoteca Civica
dalle ore 10.00 alle ore 13.00

Tempio Voltiano
dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00

 

Info:
031 252550
musei.civici@comune.como.it

ICOM – Il Consiglio internazionale dei musei

L’ICOM (International Council of Museums) è l’organizzazione internazionale dei musei e dei professionisti museali impegnata a preservare, ad assicurare la continuità e a comunicare il valore del patrimonio culturale e naturale mondiale, attuale e futuro, materiale e immateriale.

Riunendo più di 24.000 aderenti presenti nei 5 continenti, l’ICOM costituisce una rete internazionale di comunicazione e di confronto per i professionisti museali di tutte le discipline e tutte le specialità. Essi partecipano alle attività dell’Associazione, che si svolgono a livello locale e internazionale, attraverso convegni, pubblicazioni, momenti di formazione, gemellaggi e la promozione dei musei.

Creato nel 1946, all’indomani della Seconda guerra mondiale, per iniziativa di Chauncey J.Hamlin, Presidente dell’American Association of Museums, con l’obiettivo di diffondere la reciproca conoscenza fra le culture come base comune per la pace, l’ICOM è un’organizzazione senza fini di lucro, in gran parte finanziata dalle quote dei suoi aderenti e grazie al sostegno di diversi organismi pubblici e privati.

Le finalità dell’ICOM

Le finalità statutarie dell’ICOM sono:
a) promuovere e sostenere l’istituzione, lo sviluppo e la gestione professionale dei musei;
b) sviluppare la conoscenza e la comprensione della natura, delle funzioni e del ruolo dei musei al servizio della società e del suo sviluppo;
c) organizzare la cooperazione e l’aiuto reciproco fra i musei e i professionisti museali nei diversi paesi;
d) rappresentare, difendere e promuovere gli interessi di tutti i professionisti museali, senza eccezione;
e) far progredire e diffondere la conoscenza nell’ambito della museologia e delle altre discipline relative alla gestione e alle attività del museo.